L'autunno, una seconda primavera!

I colori caldi e sgargianti della natura, l'aria fresca ed il profumo della vegetazione: l'Autunno è proprio una seconda primavera. La stagione perfetta per vivere il giardino e tutti gli spazi verdi della propria casa: il periodo giusto per riprogettare, per rinnovare o semplicemente rinvigorire il proprio giardino.

I lavori di giardinaggio eseguiti in questo periodo porteranno grandissime soddisfazioni nelle stagioni successive e permetteranno alle piante di affrontare al meglio i mesi più freddi. L'Autunno in giardino è da vivere in famiglia: i più piccoli si possono divertire piantando i bulbi di tulipani, giacinti e narcisi o ammirando le sfumature delle foglie degli alberi; gli adulti attorno ad un barbecue a cuocere le caldarroste.

Esci in giardino, scopri le piante insolite che ti proponiamo e goditi le continue sorprese che solo l'Autunno sa regalare!

Niente malinconia, tanta bellezza: ecco il bell'autunno di chi ama la natura e, in balcone o giardino, sa osservare con piacere il lento cambio di stagione, allegro e senza rimpianti, mescolando le piante estive (bellissime fino a ottobre se ben irrigate e concimate con regolarità) a quelle autunnali per arrivare a novembre/dicembre ancora in bellezza.

Basta un piacevole pomeriggio di shopping nel nostro Garden Store per organizzare scene molto piacevoli, utilizzando le piante in vaso autunnali: fiori, ma anche bacche e fogliame. Piante che hanno un vantaggio non trascurabile: essendo in vaso, sono facilmente spostabili e quindi capaci di riempire i vuoti lasciati dalle fioriture estive man mano che concludono il loro ciclo, di arredare l'area in cui ci si siede all'aperto o di creare rapidamente un punto focale di interesse osservabile anche dalle finestre, rimanendo dentro casa.


Quali piante scegliere?

La composizione delle scene autunnali in vaso punta su alcune "superstar" immancabili: Aster (settembrini), Ciclamini, Crisantemi (soprattutto i coreani con fiore a margherita in colori vivaci), Cavoli ornamentali, Eriche, Peperoncini, Solanum, Gaultheria e altre piccole piante da bacca. Importanti anche le piante da fogliame come la Cineraria con foglie grigio-argento, le piccole edere e le mini-conifere, che consentono di comporre vasi e ciotole interessanti e inaspettate.

Le composizioni autunnali sono belle se miste e colorate, mescolate anche a ingredienti come pigne, zucche, mele, pere e pezzetti di corteccia; il tutto puntando su bei vasi e accompagnando la scena magari con un innaffiatoio decorativo o quant'altro possa servire per costruire angoli suggestivi.


Come trapiantare e curare le piante autunnali.

Le piante stagionali arrivano nel nostro punto vendita in piccoli vasi: ciò è dovuto alle moderne tecniche florovivaistiche per ottenere piante robuste e a pronto effetto, con una ricca fioritura. Dopo l'acquisto è consigliabile un trapianto in contenitore più ampio e profondo.

La maggior parte delle piante stagionali autunnali può essere collocata in ciotole o cassette con altre piante. Ottimi risultati si ottengono unendo Eriche, Ciclamini, Aster, Cavoli ornamentali, Viole del pensiero, Edere, ecc... E quant'altro suggerisce la fantasia. E' però molto importante utilizzare un terriccio nuovo e di alta qualità: meglio non impiegare il substrato "di recupero" da vasi estivi ormai vuoti, perché si è impoverito e può contenere parassiti o spore di malattie fungine.

Irrigazione e nutrizione autunnale.

La concimazione, se effettuata con un prodotto in granuli o in pellet (come lo stallatico), va effettuata dopo essersi accertati che il terriccio è leggermente umido; nel caso in cui sia del tutto asciutto, meglio innaffiare un poco. Ciò faciliterà l'assorbimento dei fattori nutritivi evitando stress all'apparato radicale.

In settembre il clima è ancora caldo e le irrigazioni devono essere generose e frequenti; la maggior parte delle piante stagionali autunnali va tenuta al riparo dal sole bollente, in particolare Eriche, ciclamini e crisantemi potranno tollerare i raggi solari solamente da metà ottobre in poi; se sono al riparo anche dalla pioggia, la loro bellezza arriva non di rado fino a Natale o anche oltre!

La concimazione annuale non va sottovalutata. La formulazione (liquida, in pellet, in bastoncini ecc..) ha un effetto significativo sul risultato. Importante accertarsi se il prodotto è a pronto effetto, adatto a piante da fiore e da interno, o a rilascio graduale, perfetta per alberi, arbusti, siepi e per il frutteto.

L'assortimento di concimi deve essere scelto per rispondere alle diverse esigenze; il concime universale va bene per tutte le piante, ma i prodotti specifici offrono risultati più mirati. Per gli alberi da frutto è utile lo stallatico in pellet o un concime bio per orto e frutteto, liquido (per piante in vaso) o granulare, per alberi in piena terra o in grandi vasche sul terrazzo; limoni e altri agrumi preparano il raccolto autunnale: vanno concimati con un prodotto liquido o granulare specifico per agrumi.

Per i ciclamini è utile un concime specifico, oppure uno per piante da fiore; siepi, arbusti e alberi si nutrono in autunno con stallatico in pellet oppure con un concime in granuli a effetto graduale; il prato va fertilizzato con un prodotto con solfato ferroso, che agisce anche contro il muschio, oppure un prodotto specifico per la nutrizione autunnale; per l'orto in vaso o in piena terra è ideale una nutrizione biologica con un prodotto in granuli oppure con un concime liquido, da fornire ogni 10-15 giorni.

77 visualizzazioni

FLORARICI s.s 

Reg. Imprese, Codice Fiscale e Partita Iva 02465630982

Capitale Sociale € 234750,00

ARICI FIORI s.n.c
Reg. Imprese, Codice Fiscale e Partita Iva 03414020176

Capitale Sociale € 5170,00