Abbronzatura: le piante ci aiutano.

I trattamenti naturali con le verdure.

Tanto sole e tanti ortaggi.

Abbronzarsi moderatamente, in modo graduale e naturale, al mare o nel giardino e terrazzo, ci aiuta a dimenticare l'aspetto pallido dei mesi invernali. Grazie ai raggi solari la nostra pelle produce la vitamina D, in grado di regolare diverse funzioni del nostro organismo; è importante soprattutto per i bambini e come prevenzione della fragilità ossea negli anziani.

L'alimentazione ha un ruolo importante per la protezione della pelle e per favorirne una colorazione naturale e dorata. Molti sono gli ortaggi ricchi di betacarotene, il pigmento responsabile della colorazione della pelle. Oltre alle carote, occorre consumare molti pomodori (hanno la capacità di ridurre l'invecchiamento cellulare e di stimolare la melanina), peperoni gialli (ricchi di provitamina A, stimolano la produzione di melanina e migliorano l'abbronzatura sia nell'intensità che nella durata), zucca, melone e anche angurie, ciliegie e fragole. La buona abbronzatura delicata e durevole dipende anche dall'idratazione dell'organisimo: occorre bere almeno due litri di acqua al giorno e consumare verdure come lattuga, radicchio, cavolo.

Esporsi al sole con gradualità, insieme a un corretto regime alimentare, sono i metodi migliori per rimanere a lungo abbronzati senza danni per la pelle.

0 visualizzazioni

FLORARICI s.s 

Reg. Imprese, Codice Fiscale e Partita Iva 02465630982

Capitale Sociale € 234750,00

ARICI FIORI s.n.c
Reg. Imprese, Codice Fiscale e Partita Iva 03414020176

Capitale Sociale € 5170,00